Brodo di carne di maiale


Apro la porta della cucina perchè sono curioso di sapere cosa sta emettendo questo buon profumo in tutta casa. Appena giro la maniglia e creo uno spiraglio per sbirciare, ecco che il mio naso viene investito di un forte odore, dolciastro, che profuma di Domenica. Mia mamma sta preparando il brodo di carne.

Chiudi la porta se no impuzzonisci tutta casa!

Ma è un profumo straordinario! Ora che lo avete immaginato è ora di mettersi ai fornelli. Tralasciando l'utilità e la velocità del brodo preparato con il dado, oggi vi spiegheremo come creare questi profumi in tutta casa (sempre se lasciate la porta della cucina aperta), ma soprattutto lo potrete usare per i tortellini, per i ravioli, per i risotti. In breve, una ricetta così semplice ma necessaria in tutte le case italiane.


Brodo di carne di maiale


Ingredienti per circa 2 litri di brodo

  • 500-600 gr di carne di maiale (scegliete un buon pezzo di spalla)

  • 400 gr di spuntatura

  • 2 carote raschiate

  • 3-4 pomodori di media grandezza, succosi

  • 2 belle coste di sedano

  • una manciata di sale grosso (da aggiustare durante la cottura)

  • 1 cipolla intera e sbucciata

  • ovviamente acqua, riempiteci una pentola grande

  • pepe quanto basta

  • olio (cosa vorresti fare senza olio?)

Procediamo!


  1. Preparate le verdure. Munitevi di tagliere e cominciate a tagliare a pezzettoni le carote e i sedani. Tagliate i pomodori a metà e mondate la cipolla che mia madre lascerebbe intera nella pentola (solo dopo averla usata per il brodo scoprirete quanto è buona mangiarla).

  2. Buttate tutto in pentola con un giro d'olio e cominciate a tostare le verdure a fuoco vivace, aggiungete un po' di pepe. Insieme alle verdure che si saranno tostate per bene, aggiungere la carne fatta a pezzettoni grossi e la spuntatura di maiale. Questo passaggio permette alla carne di insaporirsi bene prima di essere annegata nell'acqua.

  3. Aggiungete 3 litri di acqua, abbassate il fuoco e lasciate bollire per due ore, girate ingredienti di tanto in tanto. Vedrete il brodo ridursi, ma anche schiumare. La schiuma è un effetto della bollitura degli ingrediente poichè la cottura fa rilasciare impurità e grasso. Niente di anormale, munitevi di schiumarola e eliminate la schiuma che si depositerà sul pelo dell'acqua.

  4. Aggiungete altra acqua se il brodo si riduce troppo, in ogni caso non esagerate. La condizione primaria è che tutti gli ingredienti siano circondati da acqua. Quando lo assaggerete e pensate che sia un buon brodo (generalmente due ore sono sufficienti), non vi resta che filtrarlo. La carne che rimane può essere sfilacciata e rosolata in padella per creare un buon piatto prelibato al fine di non buttare nulla.

  5. Fondamentale salare solo alla fine della cottura in modo da non rischiare di esagerare.

Ovviamente, ogni famiglia ha il suo modo di preparare il brodo e sicuramente saranno tutti buoni. Si comincia la ricerca del brodo perfetto!

0 visualizzazioni0 commenti